Microblading

Il microblading è una tipologia di trucco semi-permanente che dona un effetto ultra realistico alle sopracciglia. La tecnica nacque nei paesi dell’Est Europa da dove poi si espande in tutto il mondo, prevede l’introduzione del pigmento direttamente sotto la cute allo scopo di creare un disegno delle sopracciglia durevole nel tempo. Nel caso del viso, non si tratta vero e proprio “tatuaggio” bensì di il termine corretto è “dermopigmentazione”.


COME SI ESEGUE

La tecnica del Microblading, è una delle tecniche del trucco semipermante, in questo caso è specifica per le sopracciglia.

La Microblading Artist ,usa un piccolo strumento manuale, dotato in punta di aghi sottili, sterili e monouso, che vengono imbevuti di particolari pigmenti di altissima qualità con varie colorazioni. Il pelo sopraccigliare viene tracciato singolarmente, nel derma, più precisamente nello stato più superficiale, garantendo cosi a differenza del tatuaggio tradizionale una maggiore precisione con arcate ben definite e un effetto 3D naturalissimo.

Nella prima fase di consulenza, viene determinata insieme alla cliente la forma delle sopracciglia e la loro simmetria, disegnandola e personalizzata in base alle proporzioni del viso.

Il pigmento viene scelto tenendo conto del colore naturale delle sopracciglia e dei capelli.


tempo

Un trattamento può richiedere dai 90 ai 120 minuti circa, e dovrà essere ripetuto una seconda volta, a distanza di 30/40 giorni dalla prima seduta, con l’obiettivo di far uniformare il colore e stabilizzarlo.


ritocco

Una o due volte all’anno, in base alle caratteristiche della pelle, al fine di mantenere al meglio il colore e la forma.


durata

E’ impossibile definire con accuratezza la durata del microblading, difatti quest’ultima è influenzata dall’abilità del professionista che effetua il trattamento e dalle caratteristiche della pelle della persona che si sottoporrà a questa procedura estetica. La durata è molto influenzata dalla velocità con cui avviene il ricambio cellulare, in quanto le particelle di pigmento si andranno a legare all’epidermide e verranno smaltite gradualmente dal corpo, portando cosi alla graduale scomparsa dell’effetto del trattamento. Oltretutto si aggiunge anche la capacità di assorbimento dell’inchiostro da parte del corpo, l’esposizione al sole ed il tipo di creme/prodotti utilizzati nell’area dove il trattamento viene effettuato.

Ordinariamente, il microblading, ha una durata che va da un minimo di 3 mesi, ad un massimo di 12. Al fine di prolungarne l’effetto, si consiglia altamente di effettuare regolari ritocchi e di scegliere professionisti specializzata, in grado di consigliare le modalità di intervento più adatte ad ogni tipo di epidermide e di occorrenza estetica.

Un aspetto positivo è che la durata limitata del microblading permette di provare nuovi look e di stare sempre al passo con le ultime tendenze.


RICHIEDI INFORMAZIONI

error: Il contenuto è protetto !